Percorso


Fiabe fatte a mano

Ci sono cose che i bambini capiscono al volo: io mi sono accorta subito che papà non ci sa fare con le fiabe! Già dalla prima volta che gli ho chiesto di leggermene una, per farmi addormentare. Non è un “papà da fiabe”, il mio! Ma è magico perché sa raccontare favole con le mani e ti sa accompagnare in giro per il mondo. Ti sa far volare sopra il mare e anche dentro l’acqua, se ti va. Poi può farti scalare le montagne e sbriciolare le nuvole con le dita! Senza nemmeno uscire di casa!

Leggi tutto...

http://www.gulliverscuola.eu/schedaprodotto.php?id_p=32 

 

                  

CRESCERE O NON CRESCERE: QUESTO È IL PROBLEMA

(da QUELLA STREGA DI MIA NONNA cap. 1)

Pioggia, e ancora pioggia. Sono tre giorni che piove e io mi sto annoiando ! Sarà colpa del “grigiore felino” che mi sta piombando addosso, proprio come succede a Grey, il mio gatto, quando è così annoiato che si appiattisce a terra da sembrare un tappeto e non lo si riesce a smuovere nemmeno sventolandogli davanti le scatolette di cibo delle sua marca preferita.  Noi lo prendiamo in giro, e gli diciamo che è ammalato di “grigior felino”. Lui sembra che capisca perché alza lo sguardo e ci fissa come per dirci : “Non è carino trattarmi così !” Anch’io direi la stessa cosa se qualcuno oggi mi prendesse in giro. Son già così a terra che mi sento un tappeto pure io. Grigio, per giunta, come Grey                                                                                                               

La mamma dice che non è tutta colpa della pioggia. È che sto crescendo, e prima o poi, era inevitabile che accadesse. 

Leggi tutto...

Da “8 racconti OTTO ”

 I fiori di campo

      Collana le camomille

 

DRILLI

 

Un coccodrillo educato

Il suo nome per intero era Drillococ, ma tutti lo chiamavano Drilli.

Era un cucciolo così carino e tenero da far imbarazzare per la sua delicatezza tutti gli altri coccodrilli, soprattutto quelli adulti grandi e grossi che erano tanto orgogliosi del loro aspetto spaventoso.

Persino la sua mamma si chiedeva tra sé e sé come il suo figliolo potesse essere tanto grazioso e delicato, nonostante tutte le sue raccomandazioni.

 

Leggi tutto...

Un Babbo Natale tutto nuovo

 Secondo classificato Premio letterario "Storia di Natale" -2003, promosso dalla casa editrice Interlinea in collaborazione con la Fondazione Marazza di Borgomanero 

 Mentre Babbo Natale si apprestava ad aprire la posta della sera, il televisore acceso colorava le prime ombre timide che si stavano lentamente adagiando nel suo ufficio.

 “Manca ormai poco più di un mese a Natale…” urlò d’un tratto il televisore, “e già milioni di bambini si apprestano a scrivere letterine al simpatico vecchio panciuto che nella  notte magica sorvolerà il cielo con le sue infaticabili renne per esaudire i loro desideri”.

Leggi tutto...