Percorso


 2 Ottobre
Per tutti i nonni, del mondo e del cuore.

Li vedi da sempre,
da quando sei in culla,
ti fan facce buffe,
ma non ne sai nulla.
Sorridi e sorridono,
ti batton le mani,
li guardi negli occhi
e senti che li ami.
Ti parlano sempre,
ti sembrano strani,
tu non li capisci,
ma sai che li ami.
E poi quando un giorno
cominci a parlare,
quel nome diventa
così abituale:
nonni! Nonni!
Nonni che sempre ti stanno vicino,
nonni che vegliano sul tuo cammino,
nonni che sembrano un po’ imbronciati,
nonni che non sono mai invecchiati,
nonni che giocano come bambini,
nonni che sbirciano dagli occhialini,
nonni che inventano fiabe bizzarre,
che cantano storie con le chitarre,
nonni che invece non han più parole,
stanno in silenzio e cercano il sole,
nonni che corrono per fare le gare,
nonni che non sanno più camminare,
nonni che volano verso il cielo,
nonni che restano nel pensiero,
nonni invisibili all’altra gente,
nonni nascosti nel cuore per sempre.